Artists

The Essence Quartet
Biography

L’essenza delle cose (The Essence Quartet)

Una nuova gradita sorpresa nell’attuale panorama del jazz ‘europeo': e si deve parlare di Europa non solo per quanto concerne la geografia della formazione, tra la Finlandia (Sara) e il Piemonte (Emanule, Dario, Antonio e i due ospiti Maurizio Brunod e Diego Borotti), ma anche per un’idea musicalmente ‘comunitaria’. Si tratta infatti di ideare un jazz che si sviluppa, a sua volta, attorno a una cultura memore della lezione afroamericana come pure, sottilmente, del patrimonio continentale.

Ed ecco strutturarsi gli otto nuclei tematici – più lo standard finale, fatto proprio nello stile del gruppo – in situazioni versatili, tra ballads evocatrici, swing vigorosi, mid-tempo riflessivi, spunti raffinati nel bilanciare scrittura e improvvisazione, rigore e libertà, frequenti assolo e gioco di squadra. Ne scaturisce, complessivamente, un sound moderno – forse senza tempo, pur respirando contemporaneità a pieni polmoni – in grado di accogliere i diversi linguaggi post-bop, mainstream, persino fusion, in equilibro pluriespressivo.

Forse, a questo punto, ciascun brano meriterebbe una disamina o una parafrasi, ma è anche bello ascoltare questo disco come un flusso perpetuo, dove si va all’essenza delle cose: che è poi l’essenza della musica o l’essenza del gruppo, come esso stesso vuole giustamente definirsi…

Guido Michelone

The Essence Quartet:

Sara Kari: alto sax
Emanuele Sartoris: piano
Dario Scopesi: double bass
Antonio Stizzoli: drums