Open in Spotify

Un disco moderno, spontaneo che unisce jazz, musica classica con una particolare attenzione alla melodia e al colore del suono. Questa l’essenza di A Child’s Eyes disco d’esordio del chitarrista Giovanni di Carlo che esce il 14 gennaio 2021 per l’etichetta Emme Record Label. Un progetto dal sapore internazionale che unisce diversi linguaggi al quale hanno partecipato il pianista belga/olandese Diederik Wissels, il bassista francese Brice Soniano e il batterista belga Lionel Beuvens. L’attenzione alla melodia è uno dei tratti distintivi di un lavoro in cui l’interplay e la coesione fra i musicisti sono senza dubbio uno dei tratti distintivi. Non a caso in questo disco la musica classica ed il jazz si incontrano perfettamente creando una perfetta alchimia che nasce in maniera spontanea e gioiosa, con l’intenzione di condividere un percorso musicale comune. A questo si aggiunge una ricerca del suono molto attenta che, con una velata dose di psichedelia, diventa spesso valore aggiunto ad una composizione che non eccede mai nel virtuosismo. Merito di quattro musicisti che sanno calibrare perfettamente la loro creatività, sempre al servizio di una band che lascia poco spazio all’estro del singolo. Il quartetto nasce da una precedente collaborazione musicale nata tra Giovanni di Carlo e Diederik Wissels, suo maestro di conservatorio per circa cinque anni. A loro si sono aggiunti altri due musicisti con un background diverso che insieme hanno dato vita ad un progetto caratterizzato da “conversazioni” gioiose e spontanee.

Il risultato è un disco di facile ascolto che esula da una definizione stilistica ben precisa. A Child’s Eyes è il brano che con la sua semplicità assoluta sintetizza al meglio questo album. La melodia diretta, gioiosa, si ripete in forme diverse e può essere paragonata all’immagine di un bambino nei suoi primi anni di vita. Il pezzo si apre con il tema portato avanti dalla chitarra in solitaria, ma strada facendo si arricchisce degli altri strumenti che entrano in gioco dando supporto ad un’idea di base che a mano a mano diventa più nitida. Chauncey Street si differenzia molto dal precedente perché le sue sonorità strizzano l’occhio al jazz americano di cui Giovanni di Carlo é un grande appassionato, nonostante la sua idea compositiva sia più vicina a quello europeo. Questa composizione prende il nome da una via del quartiere di Brooklyn a New York dove il chitarrista soggiornava al momento della sua scrittura. La brillantezza dei suoni, unita ad uno spiccato interplay sono le caratteristiche fondamentali di questo brano che si presenta con un carattere decisamente internazionale. Per concludere Kaos 5, invece, è stato scritto da Diederik Wissels, musicista straordinario che a fronte di una complessità armonica non indifferente contrappone una facilità di ascolto che si fonde perfettamente con l’idea artistica di Giovanni di Carlo.

Giovanni Di Carlo

 

JAZZ IN FAMILY
Passaggio radiofonico puntata numero 189 del 21 gennaio 2021 

 

JAZZ ITALIA
A Child’s Eyes: esce per Emme Record Label il disco d’esordio di Giovanni di Carlo

 

EXTRA MUSIC MAGAZINE
A Child’s Eyes – il disco d’esordio di Giovanni di Carlo

 

JAZZ ESPRESSO
A Child’s Eyes di Giovanni di Carlo – Emme Record Label

 

GET JAZZ
Giovanni Di Carlo – A Child’s Eyes (2021)

 

BLOG DELLA MUSICA
Giovanni di Carlo: A Child’s Eyes

 

OLTRE LE COLONNE
Esce A Child’s Eyes: il disco d’esordio del chitarrista Giovanni di Carlo

 

AGENZIA STAMPA
A Child’s Eyes: il disco d’esordio di Giovanni di Carlo