Un trio eclettico che unisce l’amore per la tradizione jazzistica afro americana con l’esigenza di esplorare nuove sonorità legati a questo tipo di formazione. Si presenta così la band capitanata dal pianista campano Ergio Valente che il 2 maggio 2019 pubblica il primo disco intitolato The Starter per l’etichetta Emme Record Label. Una formazione giovane, composta da musicisti con alle spalle già diverse esperienze, quali Aldo Capasso al basso e Marco Fazzari alla batteria. Ergio Valente Trio è una band compatta, dove l’interplay, il senso melodico e l’unione fra i musicisti risultano essere gli elementi preponderanti. L’estro del singolo lascia lo spazio alla composizione, al dinamismo e all’intepretazione collettiva che diventa il minimo comun denominatore della band. Il trio rispetta la tradizione, rievocando spesso temi e suoni tipici del periodo hard bop, ma si avvicina anche alle nuove tendenze del jazz che strizzano l’occhio al nord Europa e a compositori innovativi come Gerald Clayton. Non mancano anche incursioni verso la World Music con una particolare attenzione al sound del gruppo che diventa pregorativa fondamentale nella ricerca espressiva.
Tra i brani fondamentali della band citiamo The Starter, title track dell’album che fa senza dubbio riferimento alle nuove tendenze del jazz, contaminate della black music americana. Lo swing diventa elemento preponderante e lascia spazio a momenti di interplay ritmico tra i tre musicisti: ognuno di loro dà il proprio contributo, influendo sull’evoluzione dei soli e il pianista non assume più il ruolo del leader ma diventa parte integrante del trio con cui dialoga continuamente. The Real, altro brano composto da Ergio Valente è un omaggio al pianista McCoy Tyner, vera e propria fonte di ispirazione. La composizione si basa su un up-tempo modale e fa riferimento all’hard bop, con uno swing coinvolgente ed una pulsazione ritmica che diventano i veri protagonisti. Fede è, invece, una composizione dal sapore mediterraneo e dal forte senso melodico. La ritmica attinge all’universo afro e latin jazz e fas riferimento ad un mondo diverso dal jazz afro americano tradizionale. Il basso elettrico e il pianoforte espongono il tema talvolta scambiandosi i ruoli talvolta facendosi da contrappunto.

 

the starter